Ansia da prestazione e Disfunzione Erettile2017-12-15T17:07:44+00:00

Disturbi del Desiderio Sessuale Maschile e Femminile

Cosa è il disturbo del desiderio sessuale

La fase di desiderio è oggi di grande attualità per il significativo aumento dei disturbi a essa collegati.
L’atto del desiderare il sesso è funzione di diversi segnali interni ed esterni, attivi, in diversa misura, durante tutto il ciclo di vita.
Il desiderio, oltre che essere frutto di attivazioni biologiche (es., sistema neuroendocrino), è anche (e soprattutto) il prodotto di pensieri ed emozioni che la mente produce in modo spontaneo rielaborando, nel tempo, eventi, immagini, sensazioni, aspettative, significati e tutto ciò che per analogia, assonanza, simbologia, associazione, deduzione o inferenza si ricollega al tema della sessualità.

Perchè si manifestano i disturbi del desiderio sessuale

Quindi, nella genesi di un disturbo del desiderio vi possono essere impedimenti e/o distorsioni nell’uso dei sistemi emotivi, cognitivi e/o biologici legati direttamente o indirettamente alla sfera sessuale personale, con successive difficoltà a sviluppare stabili relazioni sessuali, che, a loro volta, possono portare ad insoddisfazione coniugale e a separazione. Gli uomini e le donne che presentano una carenza di desiderio appaiono “asessuali” e si comportano come se i centri sessuali del cervello fossero “bloccati”.
Non manifestano alcun interesse per la sessualità e, se si presenta un’occasione erotica, non ne approfittano.
La caduta del desiderio, in alcuni casi, non coinvolge la normale risposta sessuale.
Nella donna si può avere la vasocongestione degli organi genitali, la lubrificazione caratteristica della fase di eccitazione e anche un orgasmo, nell’uomo, specularmente, si può avere una valida erezione, ma ogni esperienza sessuale viene vissuta in modo meccanico, senza provare piacere.

Come si curano i disturbi del desiderio sessuale

Gli uomini e le donne che presentano una carenza di desiderio appaiono “asessuali” e si comportano come se i centri sessuali del cervello fossero “bloccati”.
Non manifestano alcun interesse per la sessualità e, se si presenta un’occasione erotica, non ne approfittano.
La caduta del desiderio, in alcuni casi, non coinvolge la normale risposta sessuale.
Nella donna si può avere la vasocongestione degli organi genitali, la lubrificazione caratteristica della fase di eccitazione e anche un orgasmo, nell’uomo, specularmente, si può avere una valida erezione, ma ogni esperienza sessuale viene vissuta in modo meccanico, senza provare piacere.